Contattaci

Se hai segnalazioni o curiosità inerenti a Catania, scrivici all'indirizzo: info@urbanfile.org

lunedì 24 dicembre 2012

Nuovo spazio verde in viale Africa

E tre. Dopo viale Fleming e via Caronda, come promesso, un nuovo spazio verde è stato donato alla città da cittadini volontari di buona volontà (l'iniziativa, lo ricordiamo, è nata negli spazi virtuali del forum di architettura e urbanistica di Skyscrapercity.com e nella pagina Catania di Facebook, trovando poi accoglimento da parte di altri cittadini che si sono lasciati coinvolgere entusiasticamente).

Prima dell'intervento: lato via D'Amico

Prima dell'intervento: lato via Archimede. Il muretto di cemento, inutile residuo del cantiere precedente, favorisce l'accumulo di spazzatura.

Prima dell'intervento: al centro il pozzo dell'equilibratrice della metropolitana

Prima dell'intervento: una minidiscarica alla vista di avventori e turisti. Sullo sfondo, Le Ciminiere.

In quest'occasione prenatalizia, i cittadini tramutatisi in Babbi Natale dal pollice verde, hanno donato alla città, con le loro piante (Eleonora Messina in primis) e la loro manodopera, la riqualificazione di una grande aiuola abbandonata in viale Africa, in corrispondenza di una fermata della linea 443 dell'AMT, compresa tra via D'Amico e via Archimede. A pochi passi, dunque, dal centro fieristico culturale de Le Ciminiere e dal capolinea Giovanni XXIII dei bus extraurbani (nonché dalla futura, omonima stazione della metro). Luogo di intenso passaggio, dunque, di cittadini, pendolari, turisti.

Volontari / Babbi Natale in azione


Un luogo che fino a venerdì scorso offriva alla vista solo una distesa di sterpaglie e rifiuti e che adesso è risorto: preventivamente ripulito da una squadra di operai mandati appositamente dal Comune, il grande spazio che circonda il pozzo dell'equilibratrice della metropolitana, da sabato 22 dicembre 2012, ospita aloe, agavi, melograni, oleandri, yucche, cycas, palme washingtonia e perfino degli alberi di ulivo.

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento. In primo piano un ulivo e, quindi, palme washingtonia e yucche

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento. Lato fermata AMT

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento. Sullo sfondo Le Ciminiere

Dopo l'intervento

Dopo l'intervento. Gli oleandri, crescendo, schermeranno l'apertura dell'equilibratrice della metropolitana


Una bella differenza, non c'è che dire. Certo, data la stagione i melograni si presentano per il momento spogli, ma la speranza è che possano attecchire bene e fiorire in primavera portando anche un bel tocco di colore.

Il lavoro di piantumazione è stato più arduo del previsto perché pochi centimetri sotto la quota del terreno sono stati rinvenuti numerosi residui di cantiere e lavori: reti di recinzione abbandonate, lamiere, conci di asfalto e di cemento. Segnale di una pessima usanza di alcune imprese che, anziché conferire il materiale a discarica, pensano bene di gettare in situ tali rifiuti per poi ricoprirli con la terra. Speriamo che in futuro ci sia maggiore attenzione, sotto questo punto di vista, presso i numerosi altri cantieri in città.

Ancora una volta, dunque, è stato uno spazio sorto "per caso" in seguito a lavori infrastrutturali ad essere stato recuperato e arredato a verde. Gli oleandri, in particolare, sono stati disposti in modo tale da schermare la visione del pozzo della metropolitana, ovvero un blocco di cemento con una grande grata di acciaio. Per raggiungere questo scopo, però, dovranno crescere.

Speriamo che il Comune riesca a far rimuovere l'inutile muretto di cemento sul lato di via Archimede, "avanzo" del cantiere della metro, che oggi ha l'unica, inopinata funzione di favorire l'accumulo di spazzatura oltreché di occultare lo spazio verde alla vista.

Buon verde Natale, Catania!


Buon Natale, Catania!

3 commenti:

Anonimo ha detto...

bravissimi... sarebbe da dargli una medaglia al valor CIVICO!! complimenti vivissimi ... se ci fosse piu di buon senso civico in giro si vivrebbe tutti meglio.... basterebbe solo nn gettare a terra quello che dovremmo gettare in un cestino o bidone dell'immondizia.... ancora complimenti !! BRAVI!!

Carlo Leonardi ha detto...

grandiii, complimenti! x unirmi a voi devo fare??

Archeo ha detto...

Gentilissimi Anonimo e #Carlo Leonardi, chiedendoVi perdono per non aver potuto replicare in precedenza (servizio di avviso dei nuovi commenti su Blogspot lascia a desiderare) Vi ringraziamo per gli apprezzamenti e Vi invitiamo a partecipare, certamente.

Per unirsi a noi basta seguire "le nostre imprese" sul sito https://sites.google.com/site/cataniagardening/ o con sul gruppo Facebook Guerrilla Gardening Catania (https://www.facebook.com/GuerrillaGardeningCatania).

Grazie per il Vostro appoggio, morale, ma anche fisico qualora ci doveste aiutare! :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...